RICCARDO TERZI: UN PENSIERO INNOVATORE

I testi che sono raccolti nel volume si riferiscono al periodo in cui Terzi fu segretario generale dello Spi Lombardia, e ci restituiscono le varie sfaccettature della personalità di Riccardo: il sindacalista cosciente del mutamento dei tempi e che prova a disegnare un nuovo modo di essere e di fare sindacato; il politico che con più strumenti d’analisi guarda al cambiamento della politica italiana e alle sue, allora iniziali, derive populiste e si domanda cosa sia possibile fare. Ma anche l’intellettuale, l’uomo che riflette, studia e, quindi, elabora e allo stesso tempo vuol condividere ciò con altri dando così vita ai sette incontri dal titolo La ricerca filosofica di fronte ai nodi del presente, che si tennero all’Umanitaria a Milano e a cui parteciparono Francois Jullien, Biagio De Giovanni, Carlo Sini, Giulio Giorello, Roberto Esposito, Salvatore Natoli e Salvatore Veca.

E poi l’uomo che si interroga sulla vecchiaia e traduce questo suo riflettere in quell’importante convegno che fu il De SenectuteRisorse e bisogni dell’età matura.

C’è un tratto che lega le tante facce della ricca personalità di Terzi ed è la curiosità, la capacità di rimettersi in discussione. Nel suo ricordo di Foa, qui riproposto, parla di Vittorio come di un “esempio di invecchiamento attivo, vissuto nella pratica della libertà”, del suo pensiero “sempre aperto, mobile veloce, curioso delle novità”: leggendo queste frasi in noi sorge il pensiero che stesse parlando anche di se stesso.”

(Dall’introduzione di Stefano Landini)

Numero progressivo: V70
Busta: 79
Estremi cronologici: 2017
Autore: Gruppo di lavoro Riccardo Terzi (a cura di)
Descrizione fisica: Volume, b/n, 141 pp.
Tipo: Relazioni
Serie: Scritti Sindacali - SPI -
Pubblicazione: Mimosa, Milano, 2017